Vademecum

Comunicazioni generali:

Comunicazioni scuola-famiglia

All’inizio dell’anno scolastico, per realizzare la massima integrazione tra Asilo Nido e famiglia, verrà fatto un colloquio personale di conoscenza reciproca con l’educatrice del proprio bambino, indispensabile per creare la fiducia necessaria per un buon inserimento.
All’inizio dell’anno scolastico è indetta un’Assemblea generale di tutti i genitori, al termine della quale ci si ritrova in sezione per la presentazione del programma specifico e per l’elezione del Rappresentante di classe.
Ogni qualvolta fosse necessario, sia da parte degli insegnanti sia dei genitori, ci potranno essere colloqui personali.
Alla fine dell’anno sarà distribuito ad ogni famiglia un questionario di gradimento da compilare in forma anonima.

Calendario

Le attività dell’Asilo Nido iniziano ai primi di settembre e terminano alla fine del mese di luglio dell’anno successivo. Il calendario utilizzato è quello ministeriale della scuola dell’infanzia, alla quale il nido è aggregato. All’inizio dell’anno scolastico verrà consegnato alle famiglie il calendario delle festività e le relative sospensioni di servizio.

Servizi offerti

L’asilo nido offre un orario minimo dalle 09.00/09.30 alle 15.30/16.00.
In aggiunta è presente un servizio di Pre-nido dalle 07.45/09.00 e di Post-nido dalle 16.00/17.45.

Rette e frequenze

La quota di frequenza è stabilita ogni anno.
Il pagamento della retta mensile si può versare tramite bonifico, assegno o contanti e deve essere effettuato entro il 9 di ogni mese, anche i caso di assenza.
Solo in caso di assenza per l’intero mese si avrà diritto ad una riduzione sulla quota mensile del 20%. Per assenze di durata inferiore non sono previste riduzioni.

In segreteria si possono acquistare blocchetti di 20 buoni pasti ciascuno.

Nella quota d’iscrizione all’Asilo Nido, da rinnovare ogni anno, è compreso il materiale didattico ed l’assicurazione.
Tale quota non sarà in nessun caso rimborsabile.

Sanità

Il servizio di assistenza sanitaria, con funzioni di prevenzione a tutela della salute dei bambini frequentanti, è affidato ad un medico specialista in Pediatria.
Sono previsti i seguenti interventi:

  • Controllo dell’idoneità delle condizioni igieniche ed ambientali della struttura;
  • Verifica dei requisiti sanitari per l’ammissione del bambino in comunità;
  • Verifica del rispetto della tabella dietetica secondo le indicazioni dell’A.T.S.;
  • Vigilanza sanitaria in caso di malattie infettive all’interno della comunità;
  • Valutazione, su segnalazione delle educatrici, dei vari aspetti della crescita evolutiva dei bambini.

Non sono previste nell’ambito del servizio di assistenza sanitaria visite mediche ai bambini che frequentano l’Asilo Nido.
Il Pediatra è disponibile, previo appuntamento, per un colloquio per la valutazione di particolari situazioni.

Mensa

All’interno del Nido è attivato il servizio di refezione con cucina interna , secondo le tabelle dietetiche predisposte dall’A.T.S.
Tale tabella è esposta nell’atrio dell’Asilo Nido e una copia viene consegnata alle famiglie all’inizio dell’anno scolastico; in caso di particolari esigenze alimentari la tabella dietetica sarà modificata, secondo le indicazioni prescritte dal Pediatra curante.

Iscrizioni

Le iscrizioni si aprono all’inizio del mese di marzo, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Le domande presentate durante l’anno saranno accolte fino alla completa copertura dei posti disponibili.
I moduli per l’iscrizione si ritirano presso la direzione dell’Asilo Nido.
La domanda d’iscrizione dovrà essere rinnovata ogni anno e la quota d’iscrizione non sarà restituita in caso di rinuncia.
Si accettano anche domande d’iscrizione per bambini non residenti nel Comune di Seregno.

All’atto dell’Iscrizione dovranno essere presentati i seguenti documenti:

  • Modulo consegnato in precedenza dall’Asilo, debitamente compilato;
  • Permesso di soggiorno per i bambini privi della cittadinanza italiana.
  • Momento del cambio: in questo momento il bambino percepisce le sensazioni piacevoli derivanti dall’essere pulito;
  • Momento del pranzo: avvia alla comunicazione, alla conoscenza e all’autostima, oltre che alla soddisfazione di bisogni primari;
  • Momento del sonno: si differenzia in modo notevole da bambino a bambino per quanto riguarda la durata e le abitudini: in questo momento il bambino ricerca maggiormente l’atmosfera familiare, che le educatrici cercano di ricreare.
Sezione documenti

Inserimento nuovi iscritti

E’ un momento molto delicato della vita del bambino, che implica un passaggio molto graduale tra famiglia e Asilo Nido.
In questo periodo è posta particolare attenzione al rapporto con la famiglia, inteso come conoscenza iniziale, interscambio, collaborazione e passaggio di contenuti reciproci durante l’arco di permanenza del bambino al Nido. E’, infatti, importante conoscere la storia di ogni bambino e il suo vissuto per poter meglio capire il presente e creare quella continuità che rappresenterà poi un’occasione privilegiata di rapporto personalizzato.
L’inserimento segna l’inizio di un rapporto a tre (bambino/educatrice/ genitore) collocato nell’intreccio fra due sistemi (famiglia/Asilo Nido).
La presenza della figura familiare nell’arco dei primi giorni permette di conoscere il nuovo ambiente e chi vi fa parte, adulti e bambini, in una situazione di sicurezza emotiva.
Si verifica quindi, una parziale e temporanea separazione dalla figura parentale.
Il delicato periodo dell’accoglienza rappresenta un momento particolarmente stimolante anche per l’educatrice, che si trova via via di fronte a situazioni sempre nuove, da cui trarre la possibilità di apprendimenti sul campo: la conoscenza del bambino per mezzo dell’osservazione della coppia genitore-figlio.
La collaborazione e il confronto tra Asilo Nido e famiglia iniziati nel periodo dell’inserimento, continuano lungo tutto l’arco di permanenza del bambino.


L’inserimento si svolgerà nel seguente modo:

1° settimana:
1° - 2° giorno: Dalle ore 9.45 alle ore 11.00 - Presenza del genitore.
3° – 4° - 5° giorno: Dalle ore 9.45 alle ore 11.00 - Il genitore si allontana.

2° settimana:
1°- 2°- 3° - 4° - 5° giorno: Dalle ore 9.30 alle ore 12.15 - Pranzo in asilo.

3° settimana:
1°- 2°  giorno: Dalle ore 9.30 alle ore 14.00 – I bambini fanno la nanna.
3° - 4° - 5° giorno: Dalle ore 9.00/9.30 alle ore 15.30/16.00.

I bambini potranno usufruire del Pre-Nido e del Post-Nido solo un mese esatto dopo l’inizio dell’inserimento.
Nel caso l’educatrice lo ritenesse opportuno, in base alle esigenze di ogni bambino, l’inserimento potrà essere prolungato.


Ai genitori si richiede:

  • Un colloquio con le educatrici prima dell’inserimento al Nido, per conoscere la storia e le abitudini del bambino/a;
  • La disponibilità di un genitore che sia presente per la durata dell’inserimento (circa 6 giorni);
  • Collaborazione continua con le educatrici;
  • Partecipazione alle feste organizzate per e con i bimbi e disponibilità alla convocazione di eventuali riunioni o colloqui personali nel corso dell’anno.

Corredo personale

Il corredo necessario per ogni bambino è il seguente:

  • Un sacchettino di stoffa contenente: bavaglino con elastico, asciugamano piccolo con laccio, un paio di calze antiscivolo, un lenzuolo (misura lettino) e una federa;
  • Un sacchettino di stoffa contenente un cambio personale comprensivo di: due tute, due cambi intimi, due paia di calze, un paio di calze antiscivolo;
    Un ciuccio e un porta ciuccio (da lasciare in asilo);
    Un bicchiere di plastica dura o un biberon per bere;
    Una foto del vostro bambino in primo piano;
    Salviettine umidificate;
    Pannolini (da consegnare al bisogno)

Il tutto dovrà essere personalizzato con il nome del bambino.
Il cambio deve essere adeguato alla stagione, controllato giornalmente e reintegrato, se necessario.
L’abbigliamento del bambino deve consentirgli la massima libertà di movimento, ciò serve a favorire l’educazione all’autonomia anche nell’abbigliarsi. Evitare salopette.
Ad ogni bambino sarà consegnato un armadietto situato nel corridoio dell’Asilo Nido, il quale ogni venerdì pomeriggio dovrà essere reso libero a cura dei genitori, per permetterne la pulizia.

Colloqui

I genitori potranno richiedere, in qualsiasi momento dell’anno, colloqui per la verifica dell’inserimento, delle attività, dei livelli di socializzazione del bambino, per segnalazioni e suggerimenti.

Cosa fare in caso di:

Oggetti smarriti

L’asilo nido è esonerato da ogni responsabilità legata al mancato ritrovamento di capi di vestiario ed oggetti introdotti o depositati all’interno della Scuola, salvo che siano stati consegnati, per essere custoditi, al personale di servizio.
Durante la permanenza del bambino all’asilo Nido, non possono essere somministrati farmaci da parte delle educatrici: unica eccezione la somministrazione di farmaci antipiretici in caso di febbre, in attesa dell’arrivo dei genitori. Per questo motivo è necessario consegnare la prescrizione del medico curante con l’indicazione della posologia e l’autorizzazione scritta da parte dei genitori.

Malattie

Il bambino dovrà essere allontanato dall’asilo Nido in caso di:

  • Temperatura febbrile
  • Diarrea
  • Episodi ripetuti di vomito.
  • Congiuntivite
  • Stomatite
  • Eruzioni cutanee che portino a sospettare malattie infettive
  • Malessere evidente (pianto continuo, irritabilità, dolore, anomalie del comportamento).

In caso d’allontanamento il bambino non sarà riammesso a frequentare l’Asilo nido fino a guarigione avvenuta: in ogni caso il bambino non potrà essere riammesso il giorno successivo l’allontanamento.
Dopo un’assenza per malattia, in conformità alle norme di legge (Legge Regionale n° 12 del 04.04.2003), non è più richiesto il certificato medico per la riammissione: ci si affida quindi al senso di responsabilità dei genitori per evitare che il bambino rientri all’asilo Nido in condizioni di salute non idonea, con potenziale rischio per sé e per gli altri bambini. In caso d’infortunio il bambino, contestualmente al tempestivo avviso ai genitori, sarà trasportato a mezzo ambulanza in Ospedale.

Deleghe

Le insegnanti riceveranno personalmente i bambini dagli accompagnatori e non potranno riaffidarli a persone non autorizzate in precedenza con delega dei genitori stessi.
Nel caso di genitori separati o divorziati, il genitore affidatario dovrà consegnare copia della sentenza di affido in Direzione.